montepescali

(grosseto)

 
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Messaggio
  • Privacy e Cookie Policy

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

    Vedi Privacy e Cookie Policy

    Vai a e-Privacy Directive Documents

Premio 2009

Il Circolo Culturale Montepescali rende noti i risultati del XV° Premio Nazionale di poesia inedita “Dino Bavona”, la giuria composta da: Proff. Giovanna Tagliaferri, Grazia Tuliani, Daniela Giannini, Marta Paolini, ha esaminato e giudicato 408 liriche di 156 autori, dopo un attento e scrupoloso esame dei testi sottoposti a giudizio, ha deliberato la graduatoria seguente:

I° Premio di € 750.00
Giovanni Caso — Siano (SA) con “All’invisibile approdo” br /> “Al di là delle apparenze, la domanda ontologica preme la mente e il cuore dell’uomo. In questo testo, essa è forte e sottintende ogni altra domanda, ogni altra urgenza, ma ben lucida è la consapevolezza dei limiti dell’uomo e il suo bisogno di confidare in Chi E’ e Può..”

II° Premio di € 350.00
Lida de Polzer — Varese con “Sogno”,
“Espressione piena e matura, che con pochi e sapienti tocchi piega colori e forme a raccontare il cammino e la speranza umana”.

III° Premio di € 250.00
Roberto Mestrone — Volvera (TO) con “La catena del rimpianto”,
"Bella lirica dal tono elegiaco. Accurato il cesello dei vocaboli scelti ed accostati con gusto sapiente e morbida efficacia.”

Premio speciale della giuria
Umberto Vicaretti — Luco Dei Marsi (AQ) con “Portano nelle mani tutto il grano”
“Lirica forte, che con rigore ed equilibrio tenta di scandagliare l’umano e “l’oltre” i limiti visivi. Importante la chiusa, che, di fronte ai misteri più grandi, si ferma rispettosa in religioso silenzio.”

Premio speciale riservato agli autori della provincia di Grosseto
Domenico Aleotti — Roselle Terme con “Civitas terrena – La croce abbandonata”
“Cose e persone, parlar di anime e fruscio di fronde si uniscono in una sosta che sa di pace e di eternità.”

Opere segnalate:
“Arbeit macht frei” di Valentina Di Stefano — Roma
“La mia terra” di Francesco Palermo — Torchiarolo (BR)
“Tetti del mio paese” di Mirella Cuaz Alborno — Bordighera (IM)
“Vita ferma” di Alessandro Corsi — Livorno
“Oltre la vita” di Lenio Vallati — Sesto Fiorentino (FI)

Opere segnalate per gli autori della provincia di Grosseto:
“Ulivi” di Vittorio Stringara —Grosseto
“Natività” di Pier Luigi Fiorelli — Grosseto


Foto e notizie della serata alla pagina "eventi" .

Testi liriche premiate
ALL’INVISIBILE APPRODO

Cosa sussurra il vento dello spirito
quando vacillo, e prego, e chiedo un segno
di quest’andare, sempre più confuso?
A volte è solo un fuoco il mio pensiero
che brucia sulla fronte, a volte è un volo
d’uccelli senza meta.

E sempre vado
da un punto all’altro della mia esistenza,
tenace come il grano che resiste
al morso dell’ arsura. E sulle labbra
ho la parola, quasi un nulla, il solo
gridare del silenzio.

Ed è più dolce
anche il dolore che sovrasta, immoto,
l’inquieta solitudine del cuore.
Ma anch’io vedrò, per quanto sia difficile
vagliare l’ombra, penetrare a fondo
quest’abisso di luce e di speranza

Non sono più le lacrime del cielo
a sciogliermi la sete del conoscere,
eppure molte voci mi sussurrano.
Ma quanto è lungo il cielo della vita?
O Dio, non farmi spingere da solo
la barca all’invisibile tuo approdo.

Giovanni Caso – Siano (SA)

SOGNO

E verrà un giorno libero
quando sentirò scendere la neve
e gli alberi dell’inverno sognare
una carezza bianca
quando vedrò i colori della brezza
e leggerò le voci delle albe e dei tramonti
e sarà un giorno immenso
quando vedremo correre nei viali
le foglie rosse della gioia, e insieme
lacrime come cristalli adolescenti
mutarsi in una luce d’infinito,
quando il cielo scenderà nella terra
e le stelle splenderanno sui prati
e dentro i fiumi scivolerà la luna
e sarà il nostro giorno
e sentiremo il silenzio sfiorarci leggero
ed io con la mia anima intera
sarò nella tua anima
e piano ci fioriranno negli occhi
le nostre eternità senza dolore.

Lida de Polzer – Varese

LA CATENA DEL RIMPIANTO

Si adagia sopra il mare il firmamento
placando la risacca, e l’arenile
accoglie tra i suoi ciottoli d’argento
il soffio dello zeffiro gentile.

Poi d’improvviso s’alza forte il vento,
e i tremuli lampioni del ponti!e
risvegliano un inquieto sentimento
col fioco luccicare in lunghe file.

Frugando sopra i flutti resto accanto
all’onda d’un ricordo, e sul fondale
del cuore la catena del rimpianto

s’incaglia e stringe all’ancora il mio male.
Ti ho persa alla deriva ... ed ora canto
l’angoscia chiusa in petto che mi assale.

Roberto Mestrone – Volvera (TO)

 

Immagini di Montepescali

dai_monti.jpg

Una Poesia dall'Archivio del Concorso

Ombre
(edizione 2000)

Muto logorarsi di anime sole nel
discreto mormorare di acque,
sciolgono le vesti molli che
si adagiano sul corpo.
L'ombra coglie poche cose
non vince mai sul buono
e si lascia ai disegni
che altro le impone,

Eleonora Bagnani - Roccastrada (Gr)

GTranslate

Chinese (Simplified) Dutch English French German Japanese